contact

Carta di debito o carta Payroll: qual è la differenza?

Ultimo aggiornamento: 25.05.24

 

La carta di pagamento è un comodo strumento finanziario per eseguire qualsiasi transazione in denaro. Avendola a disposizione, non dovrai preoccuparti della sicurezza dei tuoi fondi. La puoi usare per pagare nei negozi o per gli acquisti online, per prelevare contanti dagli sportelli automatici o per trasferire denaro ad altre carte e conti. 

Ma le carte non sono tutte uguali. In particolare in questo articolo ci vogliamo concentrare su quale sia la differenza tra carte di debito e carte Payroll, passando in rassegna le caratteristiche di entrambe le tipologie ed evidenziando le loro principali differenze.

 

Che cos’è una carta di debito?

Tra le carte più comuni in circolazione, troviamo quelle di debito, di pagamento e di credito, particolarmente diffuse in tutto il mondo. Il limite della carta di credito è stabilito dall’istituto finanziario che l’ha emessa. Questo significa che l’utente utilizza inizialmente i fondi forniti dalla banca, creando così un debito che dovrà poi saldare, considerando le varie commissioni applicate per l’utilizzo del denaro prestato. 

Per quanto riguarda la carta di debito, è necessario depositare inizialmente denaro sul conto associato, prima di poterlo utilizzare. In sostanza, la carta di debito è un mezzo di pagamento (sotto forma di tessera in plastica) collegato a un conto bancario contenente i fondi del titolare.

Il denaro contenuto in una carta di debito può essere utilizzato senza restrizioni per pagare gli acquisti nei negozi al dettaglio e online. Una carta di debito può essere fisica o virtuale, a uso singolo o multiplo. I titolari della carta sono gli unici responsabili della sua manutenzione. Pagano la commissione per la manutenzione, le notifiche via SMS e altri servizi offerti dalla banca emittente. Il livello di servizio delle carte di debito può essere classico e premium. Queste carte possono essere Visa, MasterCard, ecc.

 

In cosa si differenzia una carta Payroll da una carta di debito?

Una carta Payroll è essenzialmente uguale a una carta di debito, solo che è legata a un programma specifico per le buste paga. L’organizzazione datrice di lavoro può aprire un progetto Payroll presso qualsiasi banca o utilizzare la speciale piattaforma Wallester Business. L’accredito degli stipendi sulle carte, piuttosto che la loro emissione in contanti, presenta numerosi vantaggi:

Il pagamento è centralizzato per tutti i dipendenti;

Non si perde tempo per la riscossione degli assegni in cassa;

Lo stipendio viene accreditato automaticamente ovunque il dipendente si trovi al momento dell’accredito;

L’azienda non ha bisogno di raccogliere grandi somme di denaro per pagare gli stipendi alle grandi imprese;

I dipendenti possono portare con sé una piccola somma di denaro il giorno in cui ricevono la busta paga.

Affinché le buste paga vengano accreditate sulle carte dei dipendenti, non è necessario che questi si rechino in banca, come avviene invece con le carte di debito. Il datore di lavoro effettua da solo tutte le richieste ed emette i documenti necessari. Il dipendente compila solo il modulo di registrazione senza lasciare il proprio posto di lavoro.

Le carte di debito e Payroll sono emesse con lo stesso limite zero. Il titolare stesso ricarica la carta di debito, mentre il datore di lavoro accredita sulla carta lo stipendio, le ferie, le assenze per malattia, i bonus e altri fondi legati al titolare della carta e alle sue mansioni professionali.

Un’altra differenza tra le carte è che il titolare della carta di debito decide presso quale istituto bancario aprirla. I datori di lavoro scelgono a propria discrezione l’organizzazione presso la quale aprire il progetto Payroll. Allo stesso tempo, nella maggior parte dei casi, sono i datori di lavoro stessi a pagare per la manutenzione delle carte Payroll.

Dove aprire un programma Payroll?

Esistono due opzioni per lanciare un progetto Payroll. Ci si può, per esempio, rivolgere all’istituto bancario che offre le migliori condizioni per il datore di lavoro. In questo caso, l’azienda dipenderà sempre dalla volontà della banca e qualsiasi domanda sulla gestione delle paghe dovrà essere rivolta alla banca emittente. 

La seconda opzione è molto più semplice, rapida e comoda. Per sfruttarla è sufficiente accedere alla piattaforma multifunzionale Wallester. Elenchiamo i principali vantaggi del suo utilizzo per lanciare un programma di Payroll:

L’accredito dei salari sulle carte avviene in un minuto al massimo;

I dipendenti e le filiali non devono sostenere alcun costo, in quanto non ci sono spese di manutenzione della carta per i titolari;

Si risparmia tempo perché si possono eseguire fino a 1.500 pagamenti contemporaneamente;

Gli stipendi possono essere pagati in qualsiasi momento e in qualsiasi parte del mondo, ovunque si trovi il titolare della carta;

La gestione delle carte di pagamento e l’impostazione dei limiti avvengono attraverso un’unica piattaforma;

La piattaforma può essere facilmente integrata con qualsiasi software già utilizzato dall’azienda.

Sulla piattaforma Wallester non possono essere emesse solo carte Payroll per il pagamento delle retribuzioni. È possibile, infatti, emettere istantaneamente un numero qualsiasi di carte di credito, di debito e prepagate. Le carte possono essere sia fisiche sia virtuali.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI