contact

Obiettivi fotografici: tutto quello che dovete sapere

Ultimo aggiornamento: 07.08.22

 

Ogni appassionato di fotografia che si rispetti sa quanto è importante dotare la propria reflex di più di un obiettivo, così da poter decidere, a seconda della situazione e del tipo di soggetto da ritrarre, quale utilizzare, così da ottenere i migliori risultati possibili. In questa pagina abbiamo deciso di entrare nel merito di questi fondamentali accessori, in modo particolare per quanti stanno facendo i primi passi nel mondo della fotografia e vogliono informarsi prima di decidere quale obiettivo comprare: noi abbiamo preso spunto da uno studio di idealo, un comparatore di prezzi e opinioni online.

 

Le tipologie di obiettivi

Sostanzialmente è possibile suddividere gli obiettivi in due grandi categorie: quelli a ottica fissa e gli zoom (a ottica variabile). Nel primo caso si tratta di apparecchi che hanno una lunghezza focale (ovvero la distanza tra la lente e il sensore) fissa, il che “obbliga” il fotografo a doversi spostare fisicamente per ottenere l’inquadratura desiderata, senza poter sfruttare le variazioni assicurate dallo zoom. Tipicamente i modelli a ottica fissa vantano una superiore apertura del diaframma (che regola la quantità di luce che attraversa l’obiettivo) nonché una qualità media più elevata anche per gli obiettivi di fascia media. 

Lo zoom, grazie alla presenza di gruppi ottici più complessi, è in grado di modificare l’assetto delle lenti e consente di sfruttare più lunghezze focali, assicurando una grande versatilità di utilizzo (si pensi alle pressoché infinite possibilità di variazione dell’inquadratura di un paesaggio). Di contro i compromessi costruttivi per la loro realizzazione rende queste ottiche mediamente meno luminose rispetto a quelle fisse. 

Diciamo che un appassionato di fotografia dovrebbe avere nella propria dotazione almeno un obiettivo per ciascuna categoria, così da assicurarsi una buona possibilità di scelta in base al tipo di soggetto e alla situazione di scatto. 

 

Aspetti di cui tenere conto prima dell’acquisto

Come abbiamo visto gli obiettivi non sono tutti uguali e non lo sono nemmeno dal punto di vista delle caratteristiche costruttive, in modo particolare per quel che riguarda la tipologia di innesto (detto a baionetta). Tipicamente si potrebbe pensare che acquistando un obiettivo della stessa marca del corpo macchina si vada a colpo sicuro ma non sempre è così, inoltre il mercato è pieno di apparecchi “compatibili” realizzati da aziende di terze parti e che hanno il vantaggio di un prezzo di vendita più economico. 

Per non commettere errori è indispensabile tenere in considerazione due elementi: tipologia dell’innesto e formato del sensore. Nel primo caso è sufficiente prestare un minimo di attenzione a quale tipo di baionetta accetta la vostra macchina fotografica, sapendo per esempio che i modelli Nikon sono di tipo F (per le DSLR) o Z (per le DSLM) mentre quelli Canon sono di tipo EF, EF-S e RF (per le DSLR) ed EF-M (per le DSLM). Come accennato è altresì possibile rivolgersi alla produzione di aziende rinomate come Tamron, Tokina o Carl Zeiss, assicurandosi di scegliere il modello adatto (cosa sempre specificata nelle caratteristiche tecniche di ogni obiettivo). 

Nella scelta è importante tenere in considerazione il formato della fotocamera perché, in particolare dopo l’avvento dei digitale nel 35mm, hanno visto la luce tanti obiettivi ad hoc, pensati per specifiche dimensioni del sensore. Ecco perché è bene fare attenzione. Per esempio un obiettivo realizzato per una fotocamera APS-C, sebbene possa essere montato su una Full Frame, garantirà una qualità notevolmente inferiore, con addirittura la presenza di un’area scura in corrispondenza dei bordi. Nel caso degli obiettivi per le Full Frame, questi non danno problemi se utilizzati sulle APS-C. 

Quanto spendere

Per completare il discorso è necessario fare una breve considerazione sulla spesa che comporta acquistare uno o più obiettivi. Mediamente non si tratta di accessori economici e, come spesso avviene, il range di prezzo è molto ampio, visto che si passa da qualche centinaio di euro a diverse migliaia. Va da sé che inizialmente sarebbe meglio puntare su obiettivi di fascia media/bassa e poi, una volta appurato che la passione per la fotografia vi è entrata nel cuore, passare a modelli più performanti e costosi, senza trascurare le possibilità offerte anche dal mercato dell’usato. 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI